Come richiedere il Bonus Mamme Casalinghe 2018. Requisiti e Modalità

Si chiama Assegno di Maternità 2018 per donne disoccupate e casalinghe ed è un’agevolazione che l’Ente locale di residenza riconosce alle mamme in dolce attesa che si trovano in uno stato di non occupazione. Come richiedere il Bonus Mamme Casalinghe 2018? Quali sono i requisiti necessari e le modalità di presentazione della domanda? In questo articolo vi daremo tutte le informazioni su questa nuova opportunità.

In cosa consiste il Bonus Mamme Casalinghe 2018?

Oltre al Bonus Mamma Domani (confermato anche per l’anno 2018 e che prevede un assegno una tantum di 800 €), sarà possibile accedere ad un altro tipo aiuto, rivolto solo ed esclusivamente alle donne disoccupate e casalinghe. Nello specifico, il nuovo bonus prevede un contributo economico di circa 1.700 €, ripartito in 5 mensilità ognuna di 338,89 €. L’agevolazione viene concessa alle mamme assegnatarie dal Comune di residenza, per aiutarle ad affrontare le spese previste sia nel periodo di gravidanza che post-parto.

Ma chi sono le beneficiarie di Bonus Mamme Casalinghe 2018? Nei paragrafi successivi passeremo in rassegna i requisiti necessari per richiedere il contributo, nonché le modalità e i termini per la presentazione della richiesta.

Come richiedere il Bonus Mamme Casalinghe 2018: Requisiti Necessari

I requisiti per accedere al Bonus Mamme Casalinghe 2018 sono i seguenti:

–> La mamma deve dichiarare lo status di non occupazione o di non poter far valere almeno 3 mesi di contributi negli ultimi 18 mesi;

–> La richiedente deve essere cittadina italiana residente nel Comune a cui si fa richiesta. Le donne comunitarie o extracomunitarie devono essere in possesso della carta di soggiorno al momento della presentazione della domanda (o comunque entro 6 mesi dalla data del parto), o dello Status di Rifugiato politico.

–> L’indicatore ISEE non deve essere superiore a 17.142,46 €

–> La richiedente no deve ricevere altre prestazioni previdenziali o altro assegno maternità INPS.

Modalità e termini

Il Bonus Mamme Casalinghe 2018, anche se è erogato dall’INPS, è un’agevolazione concessa dal Comune in cui risiede la mamma. Per questo motivo, per presentare la domanda le mamme devono compilare l’apposito modulo e consegnarlo al Comune di residenza, entro 6 mesi dalla nascita del bambino o dall’effettivo ingresso del minore in famiglia, in caso di adozione o affidamento. Per chi avesse bisogno di un aiuto nella compilazione della domanda, sarà possibile rivolgersi ad un Patronato.

 

Lascia un commento