I Benefici del Lettino Montessori. Come e perché sceglierlo

Il passaggio dalla culla al lettino rappresenta una fase importante della crescita dei nostri bambini. Ma qual è la soluzione migliore per vivere questo cambiamento serenamente? Alcuni genitori optano per i classici lettini con sbarre, per dare una sorta di continuità all’utilizzo della culla, in quanto la presenza delle sponde renderebbero più sicuro il sonno dei piccoli. Altri, invece, si affidano a lettini con funzionalità che tendono ad assecondare il normale processo di autonomia dei bambini. La soluzione che meglio si adatta a questo tipo di scelta è di sicuro il Lettino Montessori. Le sue caratteristiche strutturali, infatti, consentono al bambino di affrontare questo cambiamento con maggiore libertà. In questo articolo vi illustreremo tutti i benefici del Lettino Montessori e utili consigli su come sceglierlo.

I Benefici del Lettino Montessori. Perché sceglierlo

In un precedente contenuto, abbiamo già avuto modo di parlare dei metodi Montessori destinati alle attività ludico-educative. Ma in cosa consistono questi principi e quali sono i risultati attesi dalla loro applicazione?

Il principio di base del metodo Montessori è quello di dare libertà ai bambini attraverso la piena fiducia nelle possibilità e potenzialità che sono insite in ognuno di loro. Questo approccio trova applicazione nei più svariati ambiti dello sviluppo infantile, in quanto pone al centro la spontaneità del bambino come punto di partenza per il raggiungimento della sua indipendenza e autoregolazione.

La libertà, quindi, è la condizione principale affinché il bambino possa divenire padrone di sé, imparando a gestirsi e ad autoregolarsi. E questo risulta importante anche in relazione al sonno. Utilizzando un lettino con le sbarre, infatti, il bambino sarà totalmente dipendente dai genitori, poiché saranno loro a doverlo mettere dentro per la nanna e tirarlo fuori quando sarà il momento di alzarsi. Queste modalità potrebbero condizionare non solo il rapporto che il bambino crea con l’esigenza naturale del sonno (utile per il suo benessere psico-fisico), ma anche la formazione della sua personalità.

la libertà dei bambini con il lettino montessori

Per aiutare e incoraggiare i bambini a sviluppare una corretta attitudine al sonno, bisognerebbe offrire loro la possibilità di accedere al proprio letto liberamente, in modo da imparare e rispettare i propri ritmi di sonno-veglia. Il lettino Montessori, grazie alle sue dimensioni, favorisce proprio tutto questo, limitando anche le preoccupazioni delle mamme e dei papà. Infatti, se la stanza del bimbo è completamente messa in sicurezza, non c’è nulla da temere. Il bambino potrà alzarsi da solo, esplorare l’ambiente a lui familiare e, quando nuovamente stanco, ritornare nel suo lettino per riposare e ricaricare le energie.

È stato, inoltre, dimostrato che quando un bimbo si sveglia nel cuore della notte non si lascerà andare ad un pianto disperato, in quanto non si vedrà “imprigionato” all’interno di un lettino realizzato per limitare i suoi movimenti. Il suo risveglio darà decisamente più sereno, avendo la possibilità di spostarsi autonomamente e di raggiungere i genitori con estrema libertà.

Utilizzare un lettino montessoriano, dunque, rende semplice il passaggio dalla culla al lettino, il tutto nel massimo rispetto della natura e della salute psichica di ogni bambino.

Come scegliere il Lettino Montessori

Dopo aver analizzato tutti i benefici del Lettino Montessori, passiamo ora alla descrizione delle sue caratteristiche principali.

Prima di tutto, per fare in modo che il bambino possa salire e scendere in modo del tutto autonomo, il letto deve essere basso e sprovvisto di sponde laterali. Nello specifico, l’altezza del lettino Montessori non deve superare i 20/25 centimetri da terra, compreso il materasso. Questo, inoltre, andrebbe posto in un angolo della stanza, in modo che solo un lato del lettino risulti “aperto”. Circondarlo di cuscini e tappeti, potrebbe incoraggiare ulteriormente i genitori ad utilizzarlo con maggiore tranquillità. Per quanto riguarda, invece, la scelta dei materiali, per la struttura del lettino è consigliabile privilegiare il legno naturale (come quelli proposti dalla Woodly) e utilizzare tessuti dai colori chiari e rilassanti.

Il lettino Montessori, può essere proposto ai bambini verso i 18/24 mesi, quando ormai sono più autonomi e coordinati nei movimenti. Come per ogni fase della crescita, però, i genitori devono assolutamente considerare i tempi differenti di cui ogni bimbo necessita per il raggiungimento delle fondamentali tappe dello sviluppo. Per questo, bisogna preparare un ambiente adatto, che favorisca la sua libertà, senza nessun tipo di imposizione. Accompagnare il bambino ad instaurare un legame affettivo con il suo lettino può essere un buon punto di partenza.

Tutte le caratteristiche appena esaminate, giustificano la larga diffusione dei lettini Montessori i tantissimi asili nido, dove, per ovvie ragioni, ogni spazio è allestito e pensato per essere a misura di bimbo. Grazie ai vantaggi riscontrati nelle strutture per l’infanzia, sono sempre di più i genitori che decidono di adottare il letto montessoriano anche nelle loro case.

Le soluzioni disponibili in commercio sono davvero molte ed è possibile trovare anche tanti prodotti Made in Italy. Le fasce di prezzo sono varie e rispondono a tutte le singole esigenze economiche. Facendo una rapida ricerca, si può notare, infatti, che è possibile trovare sia lettini semplici e funzionali che dei veri e propri pezzi design, da apprezzare per la loro originalità e stravaganza.

Le semplici caratteristiche dei lettini Montessori, consentono agli appassionati del “fai da te” di realizzarli partendo da pochi elementi. Sul web sono disponibili numerose guide, dove vengono illustrati non sono i passaggi principali, ma anche i materiali da utilizzare per ottenere dei risultati funzionali e durevoli nel tempo.

Conclusioni

In questo articolo, abbiamo riportato tutti i benefici del lettino Montessori, nonché validi consigli su quali caratteristiche bisogna valutare per la scelta del prodotto più adatto. Adottare i metodi di Maria Montessori anche per il momento del sonno, può risultare una “mossa” importante per lo sviluppo dei nostri bambini. Significa dare libertà e fiducia a delle piccole creature dalle enormi potenzialità.

Lascia un commento